Hidhu te lënda

“Dietro i migranti c’è un piano per cambiare i popoli europei”

by më 28/06/2018

Un piano affinché la cristianità dell’Europa venga messa in discussione. Questa è la visione del vescovo kirghiso Schneider, che si è soffermato su questo e altri temi che riguardano da vicino anche la visione della Chiesa cattolica
 – Mer, 27/06/2018 – 15:37
Un piano per mettere in discussione la stessa cristianità dell’Europa. Il vescovo kirghiso Athanasius Schneider sembra esserne sicuro.

Un piano, ancora, che sarebbe stato addirittura “preparato da lungo tempo”. Un piano, in definitiva, “orchestrato”.Di questo e di altri temi abbiamo parlato con il prelato di Astana.

Sua Eccellenza, c’è “confusione dottrinale” nella Chiesa contemporanea?

“Già quarant’anni fa Papa Paolo VI constatò con realismo la seguente situazione all’interno della vita della Chiesa: “Si credeva che dopo il Concilio sarebbe venuta una giornata di sole per la storia della Chiesa. È venuta invece una giornata di nuvole, di tempesta, di buio, di ricerca, di incertezza. Da qualche fessura sia entrato il fumo di Satana nel tempio di Dio»”. Questa situazione si è aggravata negli ultimi decenni a tal punto che ha costretto il grande cardinale Carlo Caffarra ad affermare alcuni mesi prima della sua morte: “Solo un cieco può negare che nella Chiesa ci sia grande confusione”.

Uno dei temi più dibattuti riguarda la cosiddetta “Intercomunione”. Il Papa ha detto di non aver fatto “alcun passo indietro”, mentre Ladarìa ha parlato di “testo non pronto”. Qual è la situazione?

“Dobbiamo guardare il problema nelle sue radici. Il proprio effetto della Comunione Eucaristica è l’unione perfetta di tutti i membri della Chiesa. Perciò, la stessa ricezione dell’Eucaristia – pure in casi cosiddetti d’emergenza – da parte di un cristiano protestante o ortodosso, rappresenta nell’ultima analisi una menzogna, poiché un tale acattolico ammesso all’Eucaristia continua intenzionalmente a rigettare l’integrità delle verità cattoliche e della comunione gerarchica. In ciò si vede anche il principio teologicamente contradditorio del canone 844 del Codice del Diritto Canonico che parla dell’ ”intercomunione” in casi d’emergenza. Le proposte dei vescovi tedeschi sull’ “intercomunione” è solamente una conseguenza logica del menzionato canone. E ciò contraddice la pratica costante della Chiesa durante i due mila anni”.

La questione dei “dubia” è stata risolta?

“Questa questione evidentemente non è stata risolta. Infatti la realtà innegabile è questa: autorità ecclesiastiche a diversi livelli hanno dato la loro approvazione – pure in casi eccezionali – al divorzio. Lo hanno fatto però tramite l’ammissione alla Santa Comunione di persone che vivono intenzionalmente e stabilmente in modo uxorio con una persona che non è il loro legittimo coniuge. Nessuna autorità ecclesiastica ha il potere di dispensare – nemmeno implicitamente o in un caso eccezionale – dal sesto comandamento Divino e dall’indissolubilità del matrimonio”.

C’è una grande discussione attorno al tema dell’immigrazione. L’Italia è stata lasciata sola dall’Unione europea? La Chiesa continua a richiamare il nostro paese “all’umanitarismo”.

“Il fenomeno della cosiddetta “immigrazione” rappresenta un piano orchestrato e preparata da lungo tempo da parte dei poteri internazionali per cambiare radicalmente l’identità cristiana e nazionale dei popoli europei. Questi poteri usano l’enorme potenziale morale della Chiesa e le loro strutture per conseguire più efficacemente il loro obiettivo anti-cristiano e anti-europeo. A tale scopo si abusa il vero concetto dell’umanesimo e persino il comandamento cristiano della carità”.

Cosa ne pensa del ministro italiano dell’Interno Matteo Salvini?

“Non seguo e non conosco bene la situazione politica italiana, per questo non sono in grado di pronunciarmi in merito. Però se un governo di una determinata nazione europea tenterebbe di accentuare più la propria sovranità e la propria identità storica, culturale e cristiana di fronte al totalitarismo di una specie di nuova Unione Sovietica, la quale si chiama oggi l’Unione Europea con un’ideologia inconfondibilmente massonica, ciò è certamente da lodare”.

Sindaci italiani del Movimento 5 Stelle, come Chiara Appendino a Torino, hanno registrato all’anagrafe figli delle coppie omosessuali. Qual è la posizione della Chiesa cattolica al riguardo?

La Chiesa cattolica come pure ogni persona umana di buon senso e diretta ragione ha sempre rigettato l’attività omossessuale. Affidare a cosiddette copie omossessuali figli significa una violazione di un diritto fondamentale di ogni bambino di crescere e di essere educato da un papà e di una mamma. L’affidamento dei figli alle cosiddette coppie omossessuali rappresenta in ultima analisi un abuso morale dei bambini, dei più piccoli e indifesi. Questo fenomeno passerà alla storia come uno dei più grandi degradi di civiltà. Quelli che oggigiorno combattono tale ingiustizia clamorosa sono i veri amici dei bambini e eroi del nostro tempo”.

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/dietro-i-migranti-c-piano-cambiare-i-popoli-europei-1545835.html?mobile_detect=false

Advertisements
Lini një Koment

Lini një Përgjigje

Plotësoni më poshtë të dhënat tuaja ose klikoni mbi një nga ikonat për hyrje:

Stema e WordPress.com-it

Po komentoni duke përdorur llogarinë tuaj WordPress.com. Dilni /  Ndryshoje )

Foto Google+

Po komentoni duke përdorur llogarinë tuaj Google+. Dilni /  Ndryshoje )

Foto Twitter-i

Po komentoni duke përdorur llogarinë tuaj Twitter. Dilni /  Ndryshoje )

Foto Facebook-u

Po komentoni duke përdorur llogarinë tuaj Facebook. Dilni /  Ndryshoje )

Po lidhet me %s